domenica 16 novembre 2008

Fashion – Il nuovo film di Madhur Bhandarkar

Il regista Madhur Bhandarkar si è fatto un nome negli ultimi anni per le sue esplorazioni di mondi poco esplorati nel cinema di Bollywood.

Nel 2001, il suo film “Chandani Bar” (con l’attrice Tabu in una dei suoi ruoli più belli) aveva esplorato il mondo delle ragazze che ballano nei bar di Bombay. “Satta” (Potere, 2003) con l’attrice Ravina Tandon era sul ruolo delle donne nella politica. Entrambi i film avevano vinto il premio nazionale per la migliore attrice e così Madhur Bhandarkar si è fatto la fama di un bravo regista che valorizza le attrici.

Page 3” (Pagina 3, 2005) con Konkana Sen Sharma sulla vita dei giornalisti che scrivono per le pagine dei quotidiani dedicate agli eventi mondani e “Corporate” con Bipasha Basu (2005) sul ruolo delle donne nel mondo della alta finanza, hanno rinforzato questa fama di Bhandarkar. “Traffic Signal” (Semaforo, 2007), suo ultimo film era sulla vita al semaforo di una grande metropoli.


Fashion (Moda, 2008) il nuovo film di Madhur Bhandarkar esplora il mondo indiano della alta moda. India non è conosciuta come un paese della alta moda ma piuttosto come paese del manodopera del basso costo. Molti dei tessuti e lavori di ricamo ecc. per l’alta moda mondiale sono eseguiti in India. Soltanto dopo i cambiamenti della globalizzazione negli anni novanta, il mondo della alta moda è arrivato in India.

Trama: Sono 3, i personaggi femminili più importanti del film – Meghna Mathur (Priyanka Chopra), una ragazza di una città provinciale che arriva a Mumbai con il sogno di diventare una modella; Shonali Gujral (Kangana Ranaut), la modella più famosa di Mumbai che inizia a perdere il suo contatto con il mondo reale; e, Janet Sequiera (Magdha Godse) una ragazza che fa piccoli lavori come modella, ma non riesce ad affermarsi.


Intorno a questi tre personaggi ruotano altre figure del mondo della moda – le case di moda con gli stilisti, le agenzie che gestiscono le modelle, i sarti, gli operai, i fotografi e il mondo della pubblicità, ecc.

Meghna (Priyanka Chopra) ha vinto un concorso locale di bellezza e vorrebbe diventare una modella. Suo padre (Raj Babbar) non è d’accordo, ma lei insiste che vuole provarci e così decide a venire a Mumbai, la capitale della moda indiana. All’inizio vive con la famiglia dello zio e tramite un designer poco conosciuto cerca di entrare nel mondo della moda. Trova lavoro come “modella per le feste dei ricchi”, dove inizia la strada della prostituzione e dove incontra Janet, una ragazza spigliata con le idee molto chiare. Poi trova lavoro come modella per una linea di vestiti intimi, e di nuovo incontra Janet. Comincia a nascere un’amicizia tra le due ragazze. “Se vuoi diventare una modella dovrai dimenticare la moralità provinciale e superare le tue inibizioni”, Janet le consiglia.

Meghna è ambiziosa, risparmia e paga un fotografo famoso, Kartik (Rohit Roy) per farsi un portfoglio, e poi cerca contatti con Manisha (Kitu Gidwani) che gestisce Palash, una famosa agenzia di modelle. Incontra Maanav (Arjan Bajwa), un ragazzo che cerca di sfondare nel mondo della moda come modello. In una sfilata di moda vede Shonali Gujral (Kangana Ranaut), la modella più famosa e pagata di Mumbai. Vede anche Abhijit Sarin (Arbaaz Khan), proprietario di Palash, con la moglie Avantika (Suchitra Pillai), e tante altre facce famose del mondo della moda indiano.

Meghna sa dove vuole arrivare e riesce a convincere Manisha, la quale le offre di far parte di una sfilata. Così vede da vicino Shonali, la quale è arrogante, capricciosa e ha iniziato a perdere il controllo, beve troppo e si droga.

Meghna lascia la casa dello zio per trasferirsi da Maanav con la quale inizia una relazione. Nello stesso tempo inizia la sua ascesa nel mondo della moda. E’ invitata alle feste più importanti dove incontra le persone importanti, compreso Abhijit. Dall’altra parte, Shonali che non rispetta gli appuntamenti, e inizia a perdere lavoro e clienti, inizia la sua discesa ed è sostituita da Meghna per un contratto importante.

Insieme alla amica anche Janet ha qualche offerta di lavoro in più. In una festa Janet incontra Rahul Arora (Sameer Soni), suo ex compagno di università e ora, un famoso designer. “Lavori nel mondo della moda, e non sei mai venuta a trovarmi, perché? Eri la mia amica, ti avrei aiutato”, Rahul chiede a Janet. “Pensavo che tu sei famoso, e io non sono nessuno, mi vergognavo”, dice Janet.


Rahul e Janet iniziano a vedersi con il gruppo di amici. Rahul è gay, ma nella famiglia nessuno lo sa e subisce forti pressioni sociali per sposarsi. Rahul chiede a Janet se lo sposerà. Janet sa che non diventerà mai una modella famosa e accetta la sicurezza che offre Rahul, sapendo che lui è gay. “Non sarò il migliore marito, ma sarò il migliore amico per te”, Rahul le dice.

Nel frattempo, Meghna rompe la relazione con Maanav, si trasferisce in un appartamento datole da Abhijit e poi inizia una relazione con lui. In una sfilata di moda è lei la modella più importante, mentre Shonali si trova in mezzo alle modelle meno importanti. Durante la sfilata, il laccio della blusa di Shonali si rompe e lei si trova mezza nuda davanti ai fotografi e le televisioni, cercando di coprirsi. Il suo videoclip fa il giro di tutti i canali che la chiamano “svergognata in cerca di pubblicità a ogni costo”. Maltrattata dall’uomo con il quale convive, la situazione di Sonali si peggiora.

Meghna scopre che il suo regno in cima alla classifica delle modelle dura poco. Si trova incinta del bambino di Abhijit, il quale subito si distanzia da lei. Meghna va in una clinica per abortire e poi per vendicarsi, in una festa lo dice alla moglie di Abhijit che era incinta del bambino del suo marito. Perde subito il contratto con l’agenzia e inizia la sua discesa nel mondo della droga del alcol. Litiga anche con Janet. E’ fermata dalla polizia perché guida in stato di ubriachezza.

Una notte Meghna si sveglia in un hotel, non si ricorda come è arrivata lì e accanto a lei sul letto dorme un uomo sconosciuto. Scioccata da come si è ridotta, torna a casa e guarda lo specchio. Sconfitta e in stato di depressione, decide di rinunciare, e torna a casa dai genitori. E’ curata anche da uno psichiatra. Dopo un anno a casa, suo padre la convince di tornare a Mumbai per rifare la modella ma questa volta in maniera più consapevole.

Chiede perdono a Janet e tenta di ricominciare, ma molti vecchi colleghi del mondo della modo rifiutano di incontrarla. Trova posto in una sfilata, ma poi non riesce a muoversi sulla passarella e perde fiducia ancora di più. Poi in TV vede Shonali, la quale è stata trovata in una stazione della metropolitana in stato confusionale. Porta a casa sua Shonali e decide di aiutarla perché pensa che soltanto aiutando Shonali potrà riguadagnare la propria persona e fiducia che si era persa. Poco alla volta, nasce un legame di amicizia tra Meghna e Shonali.


Rahul e Janet propongano a Meghna di avere il ruolo importante in una sfilata per alcune buyers parigini. All’inizio lei rifiuta, ma poi sul consiglio di Shonali accetta la proposta. La sera prima della sfilata Shonali scompare dalla casa, Meghna è disperata, pensa che non potrà svolgere il ruolo che le hanno dato nella sfilata. Poco prima della sfilata arriva la chiamata della polizia, hanno trovato il corpo di Sonali sulla spiaggia, morta per overdose. Sconvolta, Meghna riesce a controllarsi e partecipare alla sfilata. Alla fine della sfilata, insieme a Rahul sul palcoscenico, davanti ai fotografi non riesce a controllarsi e piange per la propria rivincita e per la perdita di Shonali.

Commenti: L’immagine del mondo della moda indiana che presenta il film è un mondo dove sono tutti egoisti e insicuri, dove la maggior parte degli uomini sono gay e dove la maggior parte delle modelle sono delle drogate. Forse ciò dipende dalla storia dei 3 personaggi femminili principali, i quali dovevano avere storie emotivamente forti per coinvolgere il pubblico, mentre storie di ragazze normali con i piedi per terra non avrebbero avuto questo impatto emotivo.

Le tre attrici principali sono tutte brave, sopratutto Kangana Ranaut nel ruolo della Shonali che sta perdendo il contatto con la realtà e si trova impigliata in un vortice che porterà alla sua distruzione. La scena dove lei si trova mezza nuda sulla passarella è molto forte.

Priyanaka Chopra nel ruolo della protagonista principale, Meghna Mathur, è bella e convincente. La scena dove si rende conto della propria degradazione e la scena finale del film, sono entrambe molto belle.


Probabilmente il mondo indiano della moda somiglia molto al mondo occidentale della moda che si potrebbe trovare a Milano o Parigi, e in questo senso, forse per gli spettatori occidentali sarà più facile identificarsi con i protagonisti del film.

La situazione dei gay indiani in questo mondo della alta moda, da una parte la loro quasi normalità nel mondo della moda e dall’altra, le pressioni sociali per il matrimonio sono presentate bene. Invece il film non spiega bene perché Janet accetta di sposare Rahul, ne cosa significava questo matrimonio nella sua vita quotidiana. Questi aspetti rimangono molto superficiali.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver visitato Awaragi e per il tuo commento.

Forse vuoi leggere anche ..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...