domenica 12 luglio 2009

L’amore arriva con il treno


Il prossimo film del ciclo Amori Con-Turbanti programmato per il 18 luglio è “L’amore arriva con il treno” (India, titolo originale “Jab we met” che significa “quando ci siamo incontrati”, regista Imtiaz Ali, 2007). (Nella foto, un momento durante le riprese del film)



Il film è tra i più grandi successi commerciali di Bollywood in India degli ultimi anni, che ha reso Kareena Kapoor, la protagonista femminile principale del film, tra le attrici più pagate di Bollywood.

Trama: Giovane e senza esperienza, Aditya Kashyap (Shahid Kapur) diventa il titolare di un grande business a Bombay dopo il suicidio del padre, mentre sua madre si è messa con il miglior amico di suo papà. Al lavoro sembra che niente va per il verso giusto e gli investitori ed i dipendenti non hanno fiducia in lui. Le azioni del suo business valgono poco. La sua ragazza decide di lasciarlo.

Sfiduciato e depresso, con una vaga idea di suicidarsi, Aditya sale su un treno e incontra Geet Dhillon (Kareena Kapoor). Geet (pronunciato Ghiit) è una giovane ragazza sikh, ficcanaso e chiacchierona. Aditya cerca di dirle che non ha voglia di parlare ma non è facile far chiudere la bocca a Geet. Così iniziano le avventure di Aditya e Geet, che quella notte perdono il treno e Geet obbliga a Aditya di accompagnarla a casa in Pangiab (Punjab).

Geet deve tornare a casa a Bhatinda nello stato di Pangiab per sposarsi con un ragazzo scelto dalla famiglia, ma non ha nessuna intenzione di accettare la scelta della famiglia perché è innamorata di Anshuman (Tarun Arora), un ragazzo indù che abita a Shimla in montagna. Durante il viaggio, Geet capisce che Aditya si sta innamorando di lei.

“E’ vero che ti amo, ma non devi preoccuparti per questo. E’ solo un mio problema e mi arrangerò”, Aditya le risponde.

A casa di Geet, Aditya viene presentato come “un amico che mi ha aiutato durante il viaggio e senza di lui sarei stata in un grosso pasticcio”. Geet usa Aditya per creare un malinteso con il ragazzo scelto per lei dalla sua famiglia e poi, di notte costringe Aditya di scappare da casa sua ed accompagnarla fino a Shimla.

“Anshuman è indù e la mia famiglia vuole un ragazzo sikh per me. Voglio scappare e sposare Anshuman e dopo tornerò per chiedere la benedizione alla mia famiglia. Una volta sposati, nessuno potrà farci niente”, Geet spiega a Aditya, il quale si lascia convincere.

A Shilma, Aditya lascia Geet davanti all’hotel di Anshuman e torna a Bombay. Ha imparato la filosofia della vita da Geet e ha trovato il coraggio di affrontare i problemi del suo business. Lui continua a pensare a Geet e in tanto passano mesi.

Poi un giorno all’improvviso trova il padre e lo zio di Geet nel suo ufficio. “Vigliacco, alla fine ti abbiamo rintracciato. Dove è nostra figlia, era scappata con te? Vogliamo vederla”, loro dicono.



Aditya resta sorpreso. Cosa può essere successo a Geet? Geet gli aveva promesso che avrebbe sposato Anshuman e poi insieme al suo marito si sarebbe tornata dalla famiglia per chiedere la loro benedizione.

“Geet non è con me in questo momento, ma datemi 5 giorni e la porterò a casa vostra”, alla fine Aditya promette. E’ così, di nuovo Aditya parte per un nuovo viaggio alla ricerca di Geet.

Altre notizie relative agli attori del film: Quando è stato girato questo film, Shahid Kapur e Kareena Kapoor erano una coppia anche nella vita reale e si sono separati quando il film è arrivato nelle sale, per l'enorme delusione dei loro fans.

Shahid Kapur è figlio del attore Pankaj Kapur e dell’attrice del teatro, Nilima Kazim, lui indù e lei musulmana, ed è per questo che Shahid ha il nome musulmano e il cognome indù. I genitori di Shahid si sono separati quando lui era un adolescente poi, suo padre ha sposato l’attrice Supriya Pathak. Mentre Pankaj Kapur, Nilima Kazim e Supriya Pathak sono tutti famosi come bravi attori, Shahid ha ottenuto più successo popolare sopratutto come un “chocolate face hero” (ragazzo con la faccia da cioccolatino), ben amato dalle adolescenti.

Kareena Kapoor invece appartiene alla famosa famiglia di Raj Kapoor, un attore e regista degli anni cinquanta e sessanta. Suo padre, Randhir Kapoor e sua madre, Babita, hanno recitato insieme in molti film negli anni settanta e ottanta e anche sua sorella maggiore, Karishma Kapoor, è stata una delle attrici più pagate degli anni novanta.

Attualmente, Kareena convive con l’attore Saif Ali Khan, figlio dell’attrice Sharmila Tagore e fratello dell’attrice Soha Ali Khan. L'attore Rishi Kapoor, nel ruolo di Manmohan Singh, padre della protagonista Jazz nel film "Sposerò mia moglie", primo film del ciclo Amori Con-Turbanti, è lo zio di Kareena, fratello di suo padre.

Comunque, le radici della famiglia di Kareena arrivano molto lontane nel mondo di Bollywood, con parenti, zii, cugini da tutte le parti e ci vorrebbe troppo tempo per spiegarle tutte.


4 commenti:

  1. ciao Sunil, a furia di pensare a come è stato trattato il cinema indiano in questa rassegna di Rai 1 mi sono infuriato...e ho scritto un post di fuoco sul mio blog contro Rai 1. Forse ti interesserà sapere che ho linkato anche Awaragi, che apprezzo sempre molto. Continua così!
    dhanyavad
    Marco

    RispondiElimina
  2. ciao ma per caso questi due attori hanno fatto altri film insieme per caso grazie mille

    RispondiElimina
  3. Shahid e Kareena hanno fatto altri due film insieme - Chupke chupke se (Di nascosto) e Fida (Innamorato). In Chupke chupke se, Kareena faceva parte di una ragazza muta e non era propria in coppia romantica con Shahid; in Fida, Kareena faceva parte di una ragazza innamorata di un truffatore (Fardeen Khan) che prima fa innamorare Shahid e poi lo fa uccidere. Per cui, Jab we met era il loro primo e vero film romantico.

    Hanno lavorato insieme anche in un altro film - Milenge Milenge (Incontreremo un giorno) che deve ancora uscire in India.

    RispondiElimina
  4. Alle persone che hanno apprezzato Kareena Kapoor - avrete un'altra opportunità per vedere Kareena nel film "Vogliamo essere amici" programmato per l'8 agosto!

    RispondiElimina

Grazie per aver visitato Awaragi e per il tuo commento.

Forse vuoi leggere anche ..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...