sabato 6 agosto 2005

Scimmietta con la mamma

Per una riunione di lavoro sono andato a Cortona. Mi piaciano queste cittadine medievali arrocate sulle cime delle colline e montagne. Guardando da sotto, ho l'impressione come se le case stanno per venire giù dal precipizio sulla mia testa. Mi fanno pensare alle piccole scimmiette aggrapate alle pancie delle loro mamme, mentre queste saltono da un ramo ad un altro.

Da sopra, questa impressione cambia. Mi sembra di essere una scimmietta in cima ad un albero. Tutto intorno, in mezzo alle case, attraverso le foglie degli alberi, si vede il vuoto e la valle lontana. So che crescere vicino al mare è un'esperienza particolare. Alcune persone cresciute alla riva del mare mi hanno detto che è una casa che ti manca molto, quando sei costretto a andare via lontano dal mare. Cosa si sentono quelli che nascono e crescono in posti come Cortona, quando vanno via?

A Cortona ero affascinato dalle scale che vanno su e giù, e finiscono in piccoli viccoli. In lontananza si vede le acque del lago Transimeno brillare sotto il sole.

La riunione a Cortona era anche un'occasione per rivedere Enrico e Cecilia. Con Cecilia sono andato a fare una passeggiata, mentre gli altri andavano al bar per prendere un caffé. Si vedeva una chiesetta dal monastero dove stavamo e Cecilia mi propose di andare a vederla. Invece, quando siamo arrivati vicino, abbiamo visto che il portone della chiesa era chiuso e parte di essa faceva parte di un albergo.

Durante il viaggio di ritorno, ho avuto mal di macchina e Mario che guidava, ha dovuto fermare per lasciarmi vomitare! Quando siamo arrivati a Bologna, erano quasi le 3 del mattino. Mi sento ancora un po' intontito.

Lago Transimeno visto da Cortona

Ceciliia e Enrico

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver visitato Awaragi e per il tuo commento.

Forse vuoi leggere anche ..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...